"Un bocòn mì, un bocòn tì, un bocòn al càn , ham!"


filastrocca che mi raccontava nonna, armata di tazza e cucchiaio, per rendermi più dolci i bocconi del cibo che non gradivo

mercoledì 3 marzo 2010

Autoritratto simbolico


Capita a tutti prima o poi ed ognuno lo fa a modo suo. Io quando sento l'esigenza di sviscerare a fondo i miei pensieri devo mettere in movimento le mani, seguendo però un certo schema, devo riordinare, eliminare, pulire, allineare come se l'ordine di cui mi circondo aiutasse a rendere più fluidi i miei pensieri.
E' così che mi sono trovato una sera sopra una sedia intento a tirare a lucido alcuni scaffali della mia cucina, quelli in alto che di solito si tralasciano un po', pieni di bicchieri e tazze di varie forme e colori.
E' stato un attimo, ho guardato in basso verso il piano cottura e sono rimasto quasi meravigliato ad osservare la poesia che si sprigionava da una natura morta improvvisata composta da una ciotolona decorata posata su un canovaccio di tela robusta, peperoncini secchi come sculture minimaliste e peperoni in maturazione adagiati su una base di acciaio che rifletteva la luce soffusa e morbida della cappa d'aspirazione. Ecco, in quel momento ho pensato che quell'immagine mi assomigliava e l'ho fotografata, così, per sfizio mio personale. Ma quando ho letto il contest della carissima Sarah di Fragola e Limone ho deciso che potevo condividere questo scatto anche con chi mi legge , perché credo che ci siano tanti modi per scoprire le persone e uno di questi è osservare gli ambienti in cui vivono e si relazionano.


Ne aggiungo poi un altro che testimonia una mia passione, per i prodotti da colazione in generale e per il the in particolare. Ne bevo molto, mi piace provare le varie qualità, da quelli raffinati e biologici a quelli più squisitamente commerciali: ecco, quello nella foto è il cassetto dei the commerciali, una parte almeno perchè tutti lì dentro non ci stavano. Mi diverte aprirlo il mattino e scegliere il the in base alla giornata e poi questa disposizione di colori a gradazione è un vezzo che mi porto dietro da quando, bambino, allineavo i pastelli per formare un arcobaleno.
Io sono anche questo.

 

Con questo post partecipo al 1° Giveaway di Sarah, Fragola & Limone

18 commenti:

Sarah ha detto...

Ma che meraviglia!
Quel cassetto dei the è un vero splendore.
Pensa che io vado matta per le confezioni di the dagl'aromi diversi e tendo a comprarne di ogni tipo, pur non essendo una grandissima amante di questa bevanda.
Ma ogni volta che ne vedo mi attirano, come l'ape col miele.
Ti ringrazio per avere aperto le porte di questi angoli della cucina, chè per noi foodblogger è davvero un po' come aprire parte del nostro cuore.
Un abbraccio e grazie della partecipazione :)

Ely ha detto...

meraviglioso... come ti invidio l'ordine e le gradazioni di questi thè... ti piacerebbe vedere tutte le gradazioni dei miei fili di ricamo, delle spolette gigantesce della taglia e cuci, dei fili per il ricamo a mano.. e sopratutto delle mie illimitate stoffe.... notte! Ely

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ciao Asa, complimenti per l'ordine geometrico e cromatico con i quali sono riposte le scatole di the, meno male che attraverso raccolte e contest è possibile fare nuove ed interessanti conoscenze ;D
Buona giornata
Sonia

iana ha detto...

ah, meno male che son io la pazza... guarda lì che ordine!!! I the sono anche ordinati in toni, complimenti... eco ecco, meno male che ti scopri un pò anche tu!!! ;)

Rosa ha detto...

Ecco, per me che t'ho conosciuto anche di persona, questa cucina è la rappresentazione perfetta di te: elegante, ordinata, dai bei colori tenui ma caldi, accogliente, meditata e meditativa, con un guizzo di vitalità biricchina che è lo stesso del tuo sguardo intelligente.

Asa_Ashel ha detto...

@Sarah
hai ragione, mostrare una parte delle nostre cucine è come aprire un po' le porte del nostro intimo, è anche per questo che mi è piaciuto il tuo contest.
@Ely
Ne so qualcosa, come ben tu sai, di cartelle colori di filati e tessuti, ma sono sicuro, conoscendo le tue passioni, che avrai un archivio di materiali da lasciarci gli occhi.
@Sunflowers8
Benvenuta gentile Sonia, e grazie per il commento che hai lasciato, è sempre piacevole fare queste nuove conoscenze che arrivano dalle strade più disparate.
@iana
Ecco si, qualcuno potrebbe pensare che c'è del patologico in quell'ordine, però ricorda che nella cappa della mia cucina ci sono le Winx, giusto per ricordarmi di non prendermi troppo sul serio. Dici che non mi ero scoperto molto?
@Rosa
tu sei sempre molto carina nei miei confronti, ricorda che l'invito a passare a trovarmi è sempre valido.

lavecchiaMarple ha detto...

L'accostamento per colori lo "pratico" anch'io, l'ordine molto meno...
Sappia che se invita Rosa mi autoinvito anch'io! :P

Asa_Ashel ha detto...

@LVM
Lei ovviamente è la benvenuta, ché in tre a prendere il the con i pasticcini come la regina Elisabetta e a spettegolare degli assenti ci si diverte di più.

cavoliamerenda ha detto...

non ho scritto nulla ma è già da un po' che ho visto (e apprezzato) questo post...
Adoro il cassetto del tè, e (quasi =) più bello del mio =)

luce ha detto...

Tanti complimeti per entrambe le foto; la prima che indica come anche nella cose piccole ci possono essere grandi pensieri e la seconda che indica una cura dei particolari che indica grande attenzione per le sfumature in generale e io, che sono disordinatissima, ne sono ammirata.
Un cordialissimo saluto
Ps credo anche io che a volte l' umore possa essere collegato a certe scelte mattutine, quindi capisco la tua sensazione davanti a quello splendido cassetto colorato

Asa_Ashel ha detto...

@cavoliamerenda
dai facciamo come i bimbi quando si scambiano le figurine, ce l'ho non ce l'ho, adesso voglio vedere il tuo cassetto.
@luce
Benvenuta e grazie del commento. Per l'ordine che dire, vengo da una famiglia-tribù dove l'ordine era un po' una chimera per ovvi motivi pratici, e da quando vivo solo ho la possibilità di mantenerlo senza problemi, ma stò sempre attento a lasciare qualche nota stonata, ché le case mausoleo non mi piacciono molto.

Ornella ha detto...

Asa, com'è che ho scritto? Che gli opposti attraggono? Sono molto attratta dal tuo ordine ed anche molto ammirata... Penso che se venissi da me, in cucina, ti prenderebbe "uno sturbo"! :D
La mattina, vago assonnata quasi ad occhi chiusi, alla ricerca del barattolo del caffè, che non è mai al posto giusto... Se lo fosse, continuerei imperterrita a dormire in piedi! ;))
Un abbraccio e complimenti per tutto,
Ornella

Genny G. ha detto...

quel cassetto è una meraviglia....

Elga ha detto...

Ciao ti aspetto per partecipare anche al mio giveaway, visto che ti piacciono:))
http://semidipapavero.blogspot.com/2010/02/giveaway-leggere-e-un-gusto_25.html

Federica ha detto...

Ma che meraviglia!
Ciao Asa, piacere di conoscerti. Ho letto il tuo profilo e confesso che mi ritrovo molto e mi son quasi sentita meno "mosca bianca"
Il tuo cassetto del thè è da far invidia ^_^ la mia casa è invasa da confezioni di thè e tisane di ogni tipo, mi piace scegliere in base all'umore della giornata e quando trovo qualche combinazione particolare...proprio non resisto!
Complimenti, hai davvero un bel blog! Ho visto un bel po' di ricettine cassai invitanti e molto bel realizzate. Tornerò preso a trovarti :)
Se ti va, passa a farmi compagnia, mi trovi qui
http://notedicioccolato.blogspot.com/
Ciao, buona giornata

Asa_Ashel ha detto...

@Federica
Grazie del commento e benvenuta. Vedo che quel cassetto dei the ha colpito un po' tutti e questo mi fa piacere perché credo che mi rappresenti molto. Passerò sicuramente a trovarti.

nadia ha detto...

mi hai incuriosita.....penso che passerò ancora da queste parti! CIAO e complimenti

Asa_Ashel ha detto...

@Nadia
benvenuta e grazie del commento. Passa quando vuoi mi può fare solo piacere.

Posta un commento

i commenti a questo blog saranno pubblicati dopo essere passati al vaglio del moderatore.