"Un bocòn mì, un bocòn tì, un bocòn al càn , ham!"


filastrocca che mi raccontava nonna, armata di tazza e cucchiaio, per rendermi più dolci i bocconi del cibo che non gradivo

sabato 20 febbraio 2010

Pane aromatico alla birra


E' sera, il fine settimana finalmente, giornata pesante e interminabile, qualche notizia dall'esterno poco positiva e fuori una pioggia insistente e noiosa allo stesso tempo. E' tardi, avrei voglia di pasticciare con qualche lievitato ma sono stanco e non gli dedicherei il tempo e l'attenzione che richiede. Un giro dai colleghi di blog per vedere le ultime novità e lasciare qualche commento e capito dalla carissima Ely nel suo Nella cucina di Ely.
Ecco, lo sapevo, non dovevo fare il tuor dei food blog, che poi trovo qualche ricetta che mi entusiasma e fino a quando non la metto in pratica mi si insinua nella mente. E poi quei colori, quei semini sparsi, quella forma strana a metà strada tra una ciabatta ed una treccia. Il suo pane alla birra mi piace un sacco, leggo gli ingredienti e il procedimento e mi sembra pure facile, ma non vedo lieviti di nessun tipo, che strano, come ha fatto a lievitare senza? con tutta quella birra e con il miele e il malto? Boh, le scrivo e vediamo che mi dice. Poi noto che si è ispirata ad una ricetta della bravissima e acuta  Sabrine di fragole a merenda.
Riconosco il post perché a suo tempo avevo lasciato un commento in quanto non capivo un passaggio della cottura, mi intrigava molto la ricetta per l'uso della birra, poi è caduta nel dimenticatoio perché in quel momento mi mancava lo stampo da cake. Ricordavo chiaramente però il lievito istantaneo. Torno da Ely e trovo la sua risposta, colpa mia che sono distratto e non leggo bene, ecco svelato l'arcano.
Perchè non farlo? La birra non mi piace per niente, ma ne ho una scorta in casa per eventuali ospiti di passaggio, non vorrei che andasse a male e poi sono curioso di sentire il risultato. Poi non ci sono grassi come il burro da usare e quindi la cosa mi piace ancora di più. Però forse mi manca il malto, poco male, userò più miele.
Ecco, prepariamo gli ingredienti, ma guarda, un vasetto di malto nuovo nuovo, mi ero scordato di averne preso un altro, è venerdì sera e ormai sono andato.
Il dubbio sulla scelta della birra, Sandrine consigliava una scura aromatica, Ely dice di averne usata una chiara, ed io che non la bevo e di birre non ne capisco niente ho in casa la Strong Ale della Ceres e la Moretti. Quale sarà la più aromatica? Boh, nell'eventualità opto per la Ceres perché la Moretti era in frigo e non vorrei che la temperatura bassa incida sull'impasto. La proverò un'altra volta se il risultato mi piace.

Pane Aromatico alla Birra
ingredienti

-500 gr di farina 00
-250 ml di birra aromatica
-2 cucchiai di miele
-2 cucchiai di malto*
-1 cucchiaino di sale
-1 bustina di lievito istantaneo per torte salate




 

Setacciare la farina e il lievito, aggiungere il sale e mescolare. In un contenitore sciogliere nella birra, mescolando, il miele e il malto. Versare il tutto nella farina e mescolare fino ad incorporarla bene.
In uno stampo per cake rivestito di carta forno bagnata e strizzata versare l'impasto e infornare. L'impasto risulterà piuttosto corposo, se proprio volete renderlo più fluido agguingete 1 o 2 cucchiai di birra ma non altri liquidi diversi. Per la cottura ho seguito le indicazioni di Sandrine. 
In forno normale a 180° per 20 minuti sullo stampo e poi altri 10 minuti senza stampo. Una volta cotto mettere a raffreddare su una gratella.
Io in microonde ho cotto con piatto pizza-crips per 6 minuti, ho estratto il cake dallo stampo e ho continuato la cottura per altri 3 minuti, 1 di riposo e 1 altro per finire la doratura.
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - 
*- Non ho specificato negli ingredienti il tipo di malto da usare: in commercio se ne trovano di vari tipi, di orzo, di mais, di frumento e di riso, la ricetta prevedeva quello di malto mentre io oggi, mentre facevo il calcolo delle calorie, mi sono accorto che ho usato il malto di mais. Il risultato non è stato niente male.


I colori sono bellissi e l'aroma del malto profuma delicatamente il pane, la crosticina esterna è straordinaria, croccantissima mentre la mollica risulta compatta  e rustica con pochissima alveolatura.
Con queste dosi ho ottenuto un pane del peso, cotto, di circa 800 gr, l'apporto calorico per 100 gr è di circa 250 calorie.

Vorrei provare delle alternative con farine diverse, quella di farro o di grano saraceno o qualcosa di integrale, ma allo stesso tempo mi intriga l'idea di creare una versione con lievito di birra, ci devo lavorare un po'.
Provatelo, è facile, è veloce e soprattutto è buono.

17 commenti:

marifra79 ha detto...

Anch'io l'avevo notato e guardando il tuo risultato dev'essere davvero ottimo!!!!Complimenti è venuto benissimo! Ciao e buona domenica

iana ha detto...

l'ho fatto anch'io un pane alla birra ma completamente diverso (non sul blog)... ma questo ha davvero un bell'aspetto con la sua crosta un pò bitorzoluta! ;)

Lydia ha detto...

Accidenti, il pane alla birra, mi hai insinuato un tarlo.
Mi toccherà provarlo

Fabiana ha detto...

da quando ho comprato la macchina del pane faccio pane di tutti i tipi e provo tutte le possibili alternative ... mischio farine ed ingredienti ma con la birra non avevo ancora provato... e devo dire che l'idea mi pace molto... avevo provato in passato , seguendo una ricetta nordica, a fare le crepe usando nell'impasto la birra al posto del latte...
ora proverò nel pane poi ti saprò dire...

Ely ha detto...

pane perfetto! non sapevo esistesse il malto di mais, conoscevo quello d'orzo, bello rustico e chiaro, vorrei provare anche io con farine diverseQ ora vado a dormire perchè son ostracotta ma non potevo lasciarmi scappare questo postQ buona settimana e buon lavoro! un abbraccio Ely

Milena ha detto...

Hai incuriosito anche me, sebbene io sia diffidente nei confronti del lievito istantaneo ....
Per la cottura mi pare di capire che tu abbia usato il microonde: se sì, rispetto alla cottura tradizionale nel forno comune, noti differenze anche di durata del pane?

Milena ha detto...

Bellissima foto :))

blunotte ha detto...

complimetissimi, questo pane è davvero speciale e perfetto. Grazie per averlo condiviso con noi

Gunther ha detto...

mi piace molto questo pane aromatico alla birra immagino il profumo, una bella ricetta

sabrine d'aubergine ha detto...

Posso confessarti che questo, per me, è un attimo di felicità? Mi fa un immenso piacere quando scopro che le mie ricette diventano grandi, se la danno a gambe e scappano di casa per intrufolarsi nelle cucine degli altri. Perciò grazie: per aver provato questo pane e per averci fatto un post (a proposito, sto preparando una pagina con mie ricette fatte da altri e spero non ti dispiacerà se aggiungo anche un link a questa...).
E complimenti, perché la crosta è perfetta! Praticamente identica all'originale... incredibile.
A presto!

Sabrine

Asa_Ashel ha detto...

@marifra 79
Grazie cara, sei sempre molto gentile. Provalo, è veramente facile e veloce da fare, una di quelle ricette che ti danno subito soddisfazione.
@iana
aspetto presto anche la tua versione. La crosta bitorzoluta ha sorpreso pure me, gli dà quasi un carattere un po' speciale.
@Lydia
Mi fa piacere averti qui, immagino che con le tue capacità lo trasformerai completamente.
@Fabiana
anche a me piace molto fare esperimenti con le farine, ogni volta che faccio la spesa faccio una sosta lunga nel reparto bio dove ne trovo di tanti tipi. Queste crepe che vedi non sono volute, semplicemente mi sono venute e regalano a questo pane mille sfumature di colore e consistenza.
@Ely
Grazie di avermi ricordato questa ricetta che avevo addocchiato a suo tempo e poi dimenticato.
Il malto di mais ha un gusto delicatissimo, ricorda molto il miele ma è meno stucchevole, io lo trovo buonissimo, e spalmato su questo pane trova la morte sua, oltre al salame.
@Milena
Anch'io non lo uso spesso questo tipo di lievito istantaneo, e per il pane preferirei lavorare cu un vero lievitato, ma è sorprendente come si possa ottenere un buon prodotto con questi ingredienti. Io uso il microonde perché è l'unico forno che possiedo, ho dovuto lottare a lungo per riuscire a trovare il sistema di cottura giusto per ottenere risultati, non dico ottimi, ma almeno buoni. Il vantaggio è la velocità, lo svantaggio è che l'impasto molte volte leva molto in cottura per poi impaccarsi sucessivamente. Inaspettatamente con questo pane non è successo, è rimasto tale e quale per tre giorni. Io in linea di massima più di 3-4 giorni non faccio durare dolci e preparazioni varie, e non vedo una grossa differenza con la cottura in forno tradizionale per quanto riguarda la durata. Discorso diverso quando riscaldi, o magi subito o dopo diventa duro. Consiglio di conservare questi prodotti nella carta stagnola, restano fragranti più a lungo. Grazie per la foto, ma è solo l'idea ad essere carina, è una foto fatta con cellulare e ha tutti i suoi limiti.
@Blunotte
Grazie dei complimenti, li giro anche a Sabrine ed Ely che prima di me hanno condiviso con gli altri questa ricetta.
@Gunther
Ciao carissimo, ricordo che l'anno scorso hai fatto anche tu un pane alla birra che mi aveva molto incuriosito, devo risalire alla ricetta, allora ero ancora troppo inesperto, ora magari potrei provare a farla.
@Sabrine
Anche a me fa molto piacere avere il tuo commento, sei stata molto gentile allora a sciogliere i miei dubbi su alcuni passaggi della ricetta e mi fa piacere che tu possa vedere il risultato. Non mi dispiace affatto se vuoi segnalare questo post, anzi, mi lusinga.
Della crosta cosa dire, ha sorpreso me per primo e la cosa buffa è che è venuta così perché non ho seguito un passaggio della tua ricetta, nel momento in cui ho versato l'impasto nello stampo non l'ho livellato, l'ho lasciato così com'era, tutto irregolare e granuloso.

luna ha detto...

mai mangiato ma assolutamente da fare!!! Grazie!

Asa_Ashel ha detto...

@luna
provala, è buonissima, è piaciuta pure a me che non amo affatto la birra.

Gan ha detto...

No, tu mi devi promettere di inventare un pane o un altro lievitato del genere all'aroma di Moscato. Se ti manca l'ingrediente fammelo sapere, che provvedo!

Asa_Ashel ha detto...

@Gan
Ma lo sai che sono un po' di giorni che ci penso a quale ingrediente potrei usare per variare l'aroma? Si, si, questa idea del Moscato mi piace molto, e poi ho un ricordo vivissimo di quello che abbiamo bevuto a capodanno, il migliore della mia vita. Ma per un Moscato simile non posso usare il lievito istantaneo, voglio fare un lievitato con i suoi tempi belli lunghi, così sarà morbidissimo...avessi la pasta madre.

Paolo ha detto...

bella... dove posso trovare altre ricette con la birra?

Asa_Ashel ha detto...

@Paolo
Benvenuto e grazie del commento, purtroppo non ti posso essere molto d'aiuto, questa è l'unica ricetta con birra che possiedo e che ho provato, non amandola come bevanda ho sempre snobbato, erroneamente, le ricette che ne facevano uso. In rete comunque trovi tante cose, basta affinare bene la ricerca.

Posta un commento

i commenti a questo blog saranno pubblicati dopo essere passati al vaglio del moderatore.