"Un bocòn mì, un bocòn tì, un bocòn al càn , ham!"


filastrocca che mi raccontava nonna, armata di tazza e cucchiaio, per rendermi più dolci i bocconi del cibo che non gradivo

martedì 1 settembre 2009

Ciambella alla banana

L'idea di questo dolce nasce da una ricetta per muffins letta su un blog qualche mese fa di cui però ho perso traccia (se qualcuno riconoscesse l'origine sarò lieto di indicare il link alla pagina web), ed ho voluto sfruttarla perché avevo due banane ben mature da consumare il prima possibile. Non avevo mai usato la banana per arricchire l'impasto e il risultato finale mi ha piacevolmente sorpreso, perché permane un'aroma di banana sia come sapore che come profumo che si amalgama alla perfezione al resto. Ho fatto questo dolce due volte, la prima seguendo quasi del tutto la ricetta originale, la seconda apportando le modifiche che ritenevo necessarie per seguire i miei gusti ed è di quest'ultima che riporto la ricetta.
Il nome ciambella forse è improprio, diciamo che ho voluto ovviare al solito problema della cottura in microonde che tende a cuocere poco al centro: ho improvvisato una soluzione inserendo un bicchiere vuoto al centro della tortiera ma per la prossima volta ho già comprato lo stampo regolare. Per queste dosi ho usato una tortiera da 25 cm di diametro.

Ingredienti:
-250 gr. di farina  (ho mixato metà 00 per dolci e metà Manitoba)
-100 gr. di burro ammorbidito
-100 gr. di zucchero (si può arrivare fino a 125 gr se lo preferite più dolce)
-2 uova
-150 gr. di yogurt magro naturale
-3 cucchiaini di lievito
-1 chucchiaino scarso di sale
-scorza di 1 limone grattugiato (io ho preferito non metterlo)
-2 banane mature non troppo grandi (circa 200 gr.)


Frullare, con il frullatore ad immersione, le banane con lo yogurt magro.
Montare con lo sbattitore elettrico lo zucchero con il burro ammorbidito fino ad ottenere una crema omogenea. Aggiungere i tuorli uno alla volta e di seguito il frullato alla banana e la scorza di limone. Amalgamare bene il tutto. Incorporare bene la farina setacciata con il lievito e il sale e da ultimi gli albumi montati a neve ferma, mescolando dall'alto al basso facendo attenzione a non smontarli.
 Versare l'impasto nella tortiera ed infornare: con il microonde 10-12 minuti con piatto pizza-crips, in forno tradizionale a 180° ma per il tempo non posso darvi un'indicazione precisa, dovrebbe essere circa 35 minuti ma fate per sicurezza la prova stecchino.
Volendo di potrebbe spolverare della farina di cocco molto sottile, io ho preferito lasciarla così perché adoro le tonalità aranciate del colore della pasta cotta.



















Il dolce cotto pesa circa 850 gr ed ha un apporto calorico totale di 2315 calorie. E' consigliabile fare porzioni di circa 75 gr , in questo modo usciranno all'incirca 11-12 fette da 200 calorie ogniuna.

10 commenti:

Mammazan ha detto...

Ciao
Grazie per la visita che mi ha permesso di conoscere il tuo blog, bello, senza fronzoli vari e con ricette interessanti e gradevoli elucubrazioni circa le varie problematiche e con occhio attento alle calore e con l'uso, per me poco consueto del forno a micronde, che adopero solo per scaldare o scongelare (lo so è una mia limitazione).
Un saluto e buona domenica
Grazia

Asa_Ashel ha detto...

@Mammazan
benvenuta, mi fa piacere averti tra i miei visitatori, io sbircio spesso il tuo blog perché mi piace l'originalità con la quale sviluppi i tuoi post, riportando sempre una citazione di persone che hanno dato un grande contributo allo sviluppo della cultura. Adoro inoltre la sottile ironia che pervade la descrizione dei tuoi post, ricchi di notizie interessanti non solo sulla ricetta ma su tutto quello che ruota attorno a te.
L'uso del microonde purtroppo è una mia limitazione, non avendo quello tradizionale e non sempre riesco ad ottenere il risultato che vorrei. Quando ho tempo allora passo da mamma che è fornita di un meraviglioso forno a legna di ultima generazione che consente una cottura dei dolci straordinaria.

Barbara ha detto...

Ottima torta per la colazione e complimenti per il tuo bel blog, me lo sono segnato tra i preferiti!

Asa_Ashel ha detto...

@Barbara
benvenuta e grazie del commento. Questo blog è nato da poco, spero di riuscire a farlo crescere bene, voglia e tempo permettendo.

Antonella ha detto...

Sono rimasta piacevolmente colpita dalla precisione del post e dalla tua creatività. Sarà che la necessità aguzza l'ingegno ma mai avrei pensato al bicchiere per creare un favolosto stampo da ciambella :)
Benvenuto nel mondo dei food-blogger.

Asa_Ashel ha detto...

@Antonella
hai ragione, la necessità aguzza l'ingegno, soprattutto se hai un'idea fissa in testa e non ti fermi davanti a niente, ed è in quelle occasioni che si fanno certe cose originali che, in un altro contesto, non le avremmo mai considerate. benvenuta anche a te.

Gios ha detto...

uh che delizie!!!

Spa ha detto...

Anche la conta delle calorie! Devi essere proprio pignolino! Complimenti anche per le foto e le scenografie che usi: tanto buon gusto ragazzo!

Asa_Ashel ha detto...

@Gios
vedo che hai scoperto anche questo mio blog dedicato alla cucina, benvenuto anche a te.
@Spa
si, sulle calorie sono pignoloso, in questo modo so esattamente come regolarmi sulla quantità di cibo che posso mangiare senza mettere a rischio la forma, il nome del blog non è stato dato a caso. Grazie per i complimenti, ma ad essere sincero non mi fanno impazzire queste foto, in quanto scattate con un cellulare, che non mi permette le raffinatezze di una reflex. (la mia reflex è morta, e al momento ho altre priorità di spesa)

Anonimo ha detto...

Questa l'ho preparata ieri sera e me la sto mangiando a colazione. E' perfetta anche con la ricotta al posto del burro.
Buona giornata. Ciao,
L.

Posta un commento

i commenti a questo blog saranno pubblicati dopo essere passati al vaglio del moderatore.